Soci fondatori

Beatrice Gatteschi. Sono nata e vivo a Milano. Da sempre appassionata di lettura e scrittura, dopo la laurea in Lettere classiche, in letteratura greca - che trovo ancor oggi la cosa più bella e commovente del mondo - , ho lavorato dieci anni in azienda, nell'ambito della comunicazione interna e della formazione. Sono poi tornata a un mondo a me più confacente e ho gestito per quindici anni una libreria universitaria, anni durante i quali ho conseguito un master in Lettere e filosofia. Scoprendo e coltivando, grazie ai miei figli e agli scaffali della libreria dedicati ai ragazzi, una forte predisposizione all'educazione culturale dei più piccoli, nel 2016, insieme a due amici cari, ho fondato il Centro culturale per ragazzi La Piccioletta Barca, di cui sono presidente. Canto nel Coro AllegroModerato e scrivo i testi di tutte le nostre canzoni. Sono certificata DITALS per l’insegnamento della lingua italiana agli stranieri. Quando sono triste, pianto fiori, preferibilmente rosa. Insieme a Roberto Maier nel 2016 ho pubblicato Il turbante azzurro e nel 2020 ho pubblicato Trine, un libro che parla di cultura e di culture. Scrivo sempre, scriverò presto anche di questa nostra avventura in barca... .

 
 
Roberto Maeir.  Ho conseguito la licenza in Teologia Sistematica presso la Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale. Sono docente di teologia (anche in lingua inglese) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore e di etica della terra presso la Scuola di Dottorato Agrisystem, di arte e spiritualità presso la Facoltà Teologica di Milano. Oltre al libro Il turbante azzurro, scritto con Beatrice Gatteschi nel 2016, ho pubblicato sempre nel 2016 The game of Sophia: economy, ecology and human dwelling, Battesimo, dono e perdono con Gianni Kaufman nel 2018 e Il fondo delle parole (2019). Ogni anno curo mostre di arte contemporanea. Sono da sempre impegnato in progetti educativi con bambini, adolescenti e universitari. Quando voglio riposare davvero e stare in silenzio, scendo in fondo al mare perché sono anche istruttore subacqueo.




 
Cristina Ciconali. Sono laureata in lettere moderne, con una tesi in comunicazioni sociali sulla drammaturgia teorica. Dopo un periodo di collaborazione in una libreria universitaria, ho lavorato tantissimi anni nella biblioteca della stessa istituzione, dedicandomi particolarmente ai libri antichi che amo molto. Ora mi occupo a tempo pieno del Centro culturale. Credo molto all'importanza della scuola e della cultura nella crescita dei giovani e per questo, da anni, sono anche responsabile di un doposcuola di quartiere, dove vengono seguiti ogni anno ottanta ragazzi di scuola primaria e secondaria di primo di grado. Il mio colore preferito è il rosso; al dolce preferisco di gran lunga il salato. Adoro cantare e, per questo, sono voce di due cori, uno dei quali è il Coro AllegroModerato per ragazzi con disabilità psichiche e fisiche. Sono certificata DITALS per l'insegnamento della lingua italiana agli stranieri.

 
 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. OK